ANIMALI DOMESTICI

CANE ANZIANO: L'ESERCIZIO AIUTA LA MEMORIA

ANIMALI DOMESTICI

L’attività fisica influenza positivamente le funzioni cognitive del cane anziano, migliorando la capacità di apprendimento e consolidando la memoria a lungo termine.

Lo studio osservazionale è stato condotto da un gruppo di neurologi californiani, con l’obiettivo di verificare quanto l’esercizio fisico potesse condizionare la performance cognitiva e mnemonica di un gruppo di Beagle anziani (> 10 anni). I risultati ottenuti sono molto interessanti.

Se sottoposti ad attività fisica, effettuata immediatamente dopo la fase di addestramento, i cani aumentavano infatti significativamente le loro capacità cognitive e mnemoniche. Tant’è che 24 ore dopo l’esercizio fisico, effettuavano con maggior facilità e disinvoltura compiti esecutivi di discriminazione spaziale degli oggetti, riconoscimento di nuove associazioni e consolidamento di quelle precedenti.

Dato che l’effetto dell’esercizio era dipendente dal tempo, è opinione degli autori che l’influenza rafforzante dell’attività fisica riguardi più il processo di consolidamento della memoria che l’apprendimento iniziale. L’ipotesi è confermata dal fatto che nei cani sottoposti ad esercizio fisico regolare e di lunga durata (10 minuti al giorno per due settimane) risultava particolarmente potenziata la performance di memorizzazione della localizzazione spaziale degli oggetti che, al contrario, traeva un beneficio molto relativo da un’attività fisica breve, ma non ripetuta nel tempo.

Il messaggio da portare a casa è chiaro. Un regolare esercizio fisico ha tutte le potenzialità per migliorare la salute cerebrale dei nostri cani anziani. Una semplice passeggiata quotidiana può dunque tradursi in strumento di benessere vero e proprio; capace com’è la costante attività fisica di migliorare lo stato cognitivo e la memoria dei nostri anziani amici a 4 zampe.


RICHIESTA

© clinicaveterinariagliana.it