SALUTE

SOLITUDINE: ANTIDOTO CON CANI E GATTI

SALUTE

Cani e gatti: un antidoto efficace contro la solitudine Un’indagine condotta su 830 pazienti anziani rivela che il possesso di un animale domestico esorcizza la solitudine, allunga la vita e riduce il rischio di malattie, anche mentali. La solitudine, si sa, è una condizione frequente tra gli anziani, specie se ospedalizzati, ed è motivo altrettanto noto di drastico peggioramento della qualità della vita da un punto di vista sociale, ma anche squisitamente medico. Con l’intento di descrivere l’associazione tra solitudine e possesso di un amico a quattro zampe, un team di ricerca, coordinato da Ian Stanley, Direttore del Dipartimento di Salute mentale dell’NIH (National Institute of Health), sottopone ad analisi un gruppo di 830 soggetti anziani (> 60 anni) sottoposti a cure primarie. Ebbene, chi tra questi pazienti possedeva un pet era meno predisposto ai disturbi dell’umore, anche legati ai cambi di stagione, e, soprattutto, viveva in modo molto attenuato il senso di solitudine, tanto da avere benefiche ripercussioni anche dichiaratamente mediche, con una riduzione delle sequele organiche derivanti da sbalzi d’umore e stati di depressione, ivi compresa una mortalità precoce. Il fatto è che l’animale, cane o gatto che sia, rappresenta un’indiscutibile sorgente di connessione sociale. In quanto tale, allevia quel senso di esclusione e separazione che molti anziani vivono, non per scelta propria, con il passare degli anni. E rappresenta un forte stimolo a pensare “fuori da sé”, a sentirsi ancora indispensabili per qualcuno e, dunque, a potenziare le proprie riserve anche organiche. Oggi lo studio americano apporta una dimostrazione scientifica a ciò che, tutto sommato, si intuiva già: l’affetto incondizionato di un animale da compagnia è quell’ ”essenziale invisibile agli occhi” che, alla fine, non ci fa mai sentire soli e ci fa vivere meglio, più sani e più felici. Stanley IH, Conwell Y, Bowen C, Van orden KA. Pet ownership may attenuate loneliness among older adult primary care patients who live alone. Aging Ment Health 2014; 18(3): 394-9.


RICHIESTA

© clinicaveterinariagliana.it