SALUTE

LA SALUTE DELLA BOCCA NEL CANE E NEL GATTO

SALUTE

Così come per noi, anche per il nostro amico a 4 zampe l’igiene orale è molto importante per lo stato di salute generale. Ecco una piccola guida per mantenere bianchi e brillanti i suoi denti. 1) Comincia ?n da piccolo. Il periodo migliore per iniziare a lavare i denti al tuo cane o gatto è all'età di 8-12 settimane. Se riesci a spazzolargli i denti ogni giorno fin da piccolo, diventerà una routine, e non avrai problemi quando il tuo animale sarà adulto, momento in cui l'igiene della bocca diviene fondamentale. Inizialmente devi fare attenzione, infatti fra i due ed i sette mesi di vita, i denti da latte vengono sostituiti da quelli definitivi, in questo periodo il tuo amico potrebbe provare un certo fastidio in bocca. In questo caso cerca di agire molto delicatamente e se necessario sospendi la spazzolatura quotidiana e riprova dopo alcuni giorni. 2) Inizia con un dito. Il modo migliore per iniziare è maneggiare amorevolmente il muso del tuo amico massaggiandogli contemporaneamente e molto delicatamente le labbra. Poi prova a passargli un dito sui denti e sulle gengive da entrambi i lati della bocca, sia sopra che sotto. Se hai un CANE puoi bagnarti le dita con del brodo di carne; se invece hai un GATTO puoi insaporirle con del tonno, questo servirà a rendere questo momento molto gradito e a far si che venga associato a qualcosa di estremamente positivo. Vedrai che poi sarà lui a chiederti di toccargli nuovamente la bocca. 3)Aggiungi una garzina. Quando il tuo animale mostrerà di gradire i massaggi a denti e gengive sarà il momento di avvolgere intorno al tuo dito una pezza morbida o una garza e procedere con il massaggio. Anche in questo caso puoi insaporirla con brodo di carne o tonno. Questa operazione deve essere ripetuta ogni giorno fino a che il tuo animale non ci prende l'abitudine. Cerca di non forzarlo mai e alla fine dell'operazione premialo con un bocconcino a lui gradito. 4) Approda allo spazzolino. Eccoci allo spazzolino, è lui il vero re dell'igiene orale! Lo spazzolino rimane lo strumento migliore per asportare la placca dai denti. Procurati uno spazzolino specifico per cani e gatti, insaporiscilo con il gusto che preferisce (es. brodo di carne, tonno). Spazzola solo la superficie esterna del dente, quella verso le labbra. Soffermati maggiormente sui denti incisivi e canini, infatti questi denti vengono usati di meno per masticare e di conseguenza sono quelli sui quali la placca tende ad accumularsi di più. Premia il tuo amico a 4 zampe ogni volta che si fa lavare i denti. 5) Scegli il dentifricio adatto. Non usare mai dentifrici ad uso umano, devi sapere che alcuni dei loro componenti possono fare male al tuo amico. Ricordati che mentre noi sputiamo il dentifricio e ci sciacquiamo la bocca, lui, al contrario, lo ingoia! Esistono numerosi dentifrici formulati appositamente per il cane e per il gatto, si possono acquistare nei negozi specializzati in articoli per animali, cosi' come gli spazzolini da denti. 6) Sii paziente. Devi essere molto paziente mentre esegui la spazzolatura dei denti al tuo animale, possibilmente parla con voce pacata ed affettuosa, fai in modo che la spazzolatura dei denti diventi un’esperienza di gioco, non scordarti mai di ricompensare i suoi progressi. Cerca di spazzolargli i denti sempre alla stessa ora, in modo che diventi un’abitudine, un'abitudine gradita ed attesa. Trova un angolo della casa confortevole per te ed il tuo amico e scegli un momento tranquillo della giornata, per esempio la sera. Se il tuo amico a 4 zampe è goloso, spazzolagli i denti prima del pasto, così da ricompensarlo con il cibo. 7) E se non riesci a spazzolare tutti i giorni? Niente è meglio della spazzolatura quotidiana per garantire la salute e l’igiene orale. Non sempre, però è possibile riuscire a mantenere questo ritmo. In ogni caso lavagli i denti tutte le volte che puoi e fatti aiutare dagli “amici dello spazzolino”. Esistono infatti appositi “giochi da masticare”, diete specifiche studiate apposta per mantenere più puliti i denti, alimenti da rosicchiare che aiutano la rimozione della placca senza essere dannosi, supplementi in polvere da mescolare al cibo per ridurre l'accumulo di placca e tartaro il fastidiosissimo “alito cattivo”. 8) Fai dei controlli periodici dal veterinario. Fin da quando il tuo animale è cucciolo fallo controllare periodicamente dal tuo veterinario, lui ti può consigliare l'alimentazione più adatta, valutare la necessità di un pulizia dentale con l'apparecchio ad ultrasuoni, notare le cose che non vanno, intervenire se sono necessarie cure o indagini diagnostiche specifiche. 9)Usa una dieta secca. E' stato appurato che l'alimentazione secca è quella migliore per rallentare la formazione della placca e di conseguenza del tartaro, quindi se vuoi che il tuo animale mantenga la sua bocca nelle condizioni migliori possibili devi cercare di ridurre al minimo i cibi umidi, specialmente se utilizzati come unica fonte di cibo. 10)Attenzione all' alito cattivo. L’alito cattivo (alitosi) non è una caratteristica naturale dei nostri cani e gatti. Quando lo percepiamo, specialmente se in modo persistente, significa che qualcosa nella loro bocca sicuramente non va. Infatti, sono i batteri della placca a provocare il cattivo odore, possono inoltre danneggiare direttamente le mucose, creare infezioni gengivali, ascessi, granulomi ed altre patologie della bocca e dei denti. Quello che non bisogna assolutamente fare è ignorare o sottovalutare il problema. Parlane con il tuo veterinario di fiducia che saprà indicarti quelle attenzioni quotidiane, utili a rendere gradevole l’alito, mantenendo la sua bocca sana e pulita.


RICHIESTA

© clinicaveterinariagliana.it