SALUTE

IL FUMO PASSIVO FA MAL AI CANI E AI GATTI

SALUTE

Il fumo passivo fa male anche ai cani L’esposizione al fumo di tabacco aumenta considerevolmente il rischio di dermatite atopica per il cane che ci vive accanto. Un’ottima ragione in più per smettere di fumare! I danni conseguenti all’esposizione al fumo di tabacco sono ben noti e scientificamente comprovati. Lo sono per noi, tanto che il fumo passivo viene oggi considerato pericoloso per la salute umana al pari del fumo attivo. E la lista delle “malattie da fumo passivo” si allunga pressoché quotidianamente, andando dai tumori, alle allergie, alle malattie respiratorie, alle patologie neonatali e pediatriche, ai disturbi gastrointestinali. Ebbene, dal rischio “fumo passivo” non sono esenti nemmeno i nostri animali da compagnia. Lo si sa per i gatti, tanto che diverse indagini epidemiologiche hanno dimostrato il nesso causale tra il livello di inquinamento da fumo in ambito domestico e la probabilità di ammalarsi di forme tumorali maligne, come linfomi e carcinomi orali. Nel mirino dei danni da fumo passivo finisce ora il cane. Dermatologi della scuola veterinaria dell’Università di Parigi dimostrano, infatti, per la prima volta l’associazione tra fumo passivo e dermatite atopica canina. Nell’arco di 6 mesi, sono stati analizzati 161 cani e i loro proprietari coinvolti tramite un questionario, teso a valutare il tempo e l’entità dell’esposizione al fumo di sigaretta dell’amico a 4 zampe. I risultati non lasciano spazio a dubbi. Esiste uno stretto nesso causale tra comparsa della dermatite atopica e livelli molto elevati di fumo di tabacco. Ciò significa che il fumo passivo rappresenta, tanto quanto per noi umani, un pesante rischio ambientale per gli amici a 4 zampe che ci vivono accanto, capace com’è di alterare la reattività immunitaria della cute, scatenare la risposta atopica e contribuire al superamento di quel “livello soglia”, oltre il quale si attiva la conclamata sensazione pruriginosa su base atopica. La speranza è che notizie di questo genere possano ulteriormente far riflettere sulle temibili conseguenze del fumo, anche passivo. Prima di fumare, dunque, pensiamo un attimo a quello che può succedere attorno a noi, specie a chi involontariamente viene a contatto con le esalazioni delle nostre sigarette: i nostri figli, certo, ma anche i nostri fedeli quattrozampe di casa. Ka D, Marignac G, Desquilbet L et al. Association between passive smoking and atopic dermatitis in dogs. Food Chem Toxicol 2014; 66C: 329-33


RICHIESTA

© clinicaveterinariagliana.it